Per collegamento diffusori hi end C.A.P. SOUND

I cavi di collegamento tra amplificatore e diffusore acustico sono soggetti ad almeno 4 parametri elettrici; capacità, resistenza, induttanza, rettificazione.

Resistenza parassita ed effetto pelle
Il conduttore utilizzato nella maggioranza dei cavi è il rame. Questo metallo ha ottime caratteristiche di conducibilità elettrica e termica ma ha un proprio valore di resistenza elettrica che cresce con l’aumentare della lunghezza del cavo elettrico e si riduce con l’aumento della sezione del conduttore stesso.

L’effetto pelle è il fenomeno nel quale in corrente alternata le cariche elettriche tendono ad attraversare il conduttore nella sua parte più esterna. Questo fenomeno è legato alla frequenza ed è più evidente a frequenze più elevate; a livello pratico l’effetto pelle può essere trascurato nelle applicazioni di pilotaggio di potenza dei diffusori acustici, dove le massime frequenze sono dell’ordine dei 20KHz, purché il cavo abbia una sezione adeguata. Alcuni produttori di cavi tuttavia, realizzano conduttori formati da molti fili capillari isolati tra loro fino alle terminazioni allo scopo di minimizzare l’effetto pelle.
Esistono in commercio cavi per applicazioni audio composti da diverse decine di fili in rame dove ogni singolo filo è isolato elettricamente dagli altri. Questa tipologia di cavo ha necessità di specifiche tecniche di saldatura nelle terminazioni..

Capacità parassita e induttanza parassita
Quando due superfici conduttrici sono vicine tra loro ed isolate tramite un dielettrico sul quale si depositano cariche elettrostatiche, viene a formarsi una capacità elettrica. Tra i due cavi (+ e -) che collegano l’amplificatore al diffusore, si viene a creare una piccola capacità parassita che influisce negativamente sul buon trasferimento di energia tra le due macchine in quanto il cavo elettrico diventa un piccolo carico che cresce al salire della frequenza, proprio come un piccolo condensatore. Alcuni produttori di cavi audio dichiarano il valore di capacità parassita al metro.

Un conduttore attraversato da corrente elettrica genera un campo magnetico e questo è in grado di influire su un altro conduttore vicino. L’induttanza di un cavo bipolare dipende dalla sezione di ogni singolo conduttore e dalla distanza tra essi. Il valore di induttanza si diminuisce con laumentare della distanza tra i conduttori ed aumenta con la lunghezza del cavo stesso.
Un buon cavo per il collegamento elettrico tra amplificatore e diffusore acustico deve presentare valori di resistenza, induttanza e capacità più basse possibili.

Per il collegamento di diffusori C.A.P. SOUND consigliamo di utilizzare cavi di alta qualità e della stessa lunghezza per i due canali (evitando assolutamente di avvolgere eventuali parti in eccedenza), di lunghezza più corta possibile, di sezione di almeno 2-2,5 millimetri quadrati per ogni singolo conduttore (meglio 3-6 millimetri quadrati se possibile).
Evitare in ogni caso di utilizzare cavi in rame ossidato in quanto i fili ricoperti di ossido di rame possono creare fenomeni di "rettificazione" del segnale elettrico ed introdurre distorsioni nella riproduzione.